Quando Morfeo si tinge di eros

cristina_01_02-600x450Alcuni sogni lasciano stupiti per la situazione descritta, per le sensazioni provate. Al risveglio è normale sentirsi perplessi ma a volte anche destabilizzati dal loro impatto emotivo. I sogni sono da sempre materia di analisi psicologica per la stretta connessione col subconscio. Spesso sono confezioni di un desiderio più o meno segreto. A volte rappresentano strumenti magici che provengono da un’altra dimensione, con cui prevedere il futuro illuminando l’oscuro sentiero dell’esistenza con il raggio di una premonizione.  In ogni caso, l’analisi dei sogni rappresenta un modo per scandagliare sotto ottiche diverse la propria personalità, il mezzo per trovare il coraggio di scardinare una consuetudine e far fluire la propria energia vitale. I sogni erotici fanno parte integrante del mondo onirico in cui la psiche si rifugia ma non sempre hanno un significato legato a esigenze sessuali sebbene esistano sempre e comunque strette connessioni tra di essi e la vita reale. Uomini e donne sognano erotico nella stessa percentuale, l’8.2%. Del resto  durante il sonno sono normali alcuni atteggiamenti fisiologici quali l’erezione del clitoride e del pene ogni 90 secondi.

cristina_01_01--600x450Il sogno erotico è un mezzo d’eccellenza offerto dalla mente per provare in modo indolore il brivido del proibito nel tepore rassicurante della quotidianità. È assolutamente controindicato ricacciarli nel profondo di se stessi, è meglio portarli in superficie senza vergognarsene e comunque usarli come materia di confronto. La notte porta consiglio, meglio se quanto ci viene consigliato viene esaminato alla luce del sole per evidenziare stimoli nascosti che smetteranno di assillarci nel momento stesso in cui di essi si prenderà consapevolezza.

Approfittate dunque dello spazio offerto dal blog di ErosCultura per condividere il vostro sogno erotico, per raccogliere spunti e considerazioni che possono rendere la vita più leggera e noi stessi più attenti e padroni della nostra sensualità.

Nel caso vogliate applicarvi con diligenza e aumentare il portfolio delle esperienze da raccontare, sembra che mangiare cibi dalla forma specifica non abbia alcun effetto. Per intenderci, nessuna aspettativa può essere associata al consumo di cibi elissoidali (falliformi) o vaginoformi. Dunque nessun potere onirico erotico può essere associato a cetrioli e banane o a patate e melanzane. Occorre invece mettersi a letto in uno stato eccitato, per esempio dopo aver letto una pubblicazione di ErosCultura 😉 


Vedi le opere di Cristina Lattaro




7 thoughts on “Quando Morfeo si tinge di eros

  1. un sogno erotico di molto tempo fa e di cui ho rasentato la meterializzazione. Due bocche femminili che si prodigano nel sesso orale, che operano di concerto tra la parte alta e quella bassa, ciondolante, scambiandosi spesso i ruoli ma poi finendo per contendersi aspramente l’esplosione finale. Ricordo molto bene i baci finali al gusto di maschio.

  2. Ho sognato (e ricordo poco i sogni, giacché ne faccio troppi ad occhi aperti) che facevo l’amore con una leonessa. Era molto giocoso. Rotolamenti, abbracci, zampe senza artigli, mani che stringono. Non ne sono certo, ma mi pare fosse bianca e col pelo lungo. Bellissimo.
    DLC

  3. Il mio sogno ricorrente è davvero qualcosa di assurdo. Quando mi ritorna in mente mi bagno sempre tutta ed ho voglia di realizzarlo. Io sono su di un letto enorme, con le gambe completamente aperte e la fica tutta liscia e mi masturbo. Ho un pubblico di tutti uomini in fila per scoparmi. Ne voglio due per volta e anche di più. Ne vorrei uno che mi scopare la bocca, uno nella fica, uno nel culo ed un altro che con la lingua calda vada ovunque. È irrealizzabile? È l’idea che mi permette di eiaculare quando il mio uomo mi masturbazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *